Associazione Culturale Arti e Spettacolo | Spazio Nobelperlapace, San Demetrio ne’ Vestini (AQ) | Tel. +39 348 6003614 | info@artiespettacolo.org

Emanuele Giorgetti – 2022

Arti e Spettacolo > Residenze > Emanuele Giorgetti – 2022
Condividi

È nel calore rassicurante dell’Utero che Feto incontra per la prima volta Wu. Wu è una voce, un’entità, un principio che esorta Feto a prendere atto di come quel cordone ombelicale che lo avvolge e lo fa sentire tanto al sicuro non sia altro che una catena da cui farebbe bene a liberarsi. Come la vita stessa del resto, che è destinata a imprigionarlo in una maglia di vincoli, legami,costrizioni tali da soffocare ogni brama di libertà. La non esistenza. Questa è la proposta di Wu, il cui pensiero riecheggia di Buddhismo, Taoismo, e soprattutto del concetto di Wu Wei, il non agire finalizzato al raggiungimento dell’armonia. Ma Feto non ci sta e sceglie l’essere al non essere, divenendo così Mariacristina.

La residenza si concentra sullo sviscerare una delle linee tematiche del testo, la contrapposizione tra maschile e femminile. Mariacristina dovrebbe essere Yin, elemento femminile del Tao, a cui si contrappone inevitabilmente Yang, l’elemento maschile, che cerca continuamente di indirizzarla e ingabbiarla.